Vitaliano De Angelis

Il nucleo di sculture della Fondazione, ereditato dalla Cassa di Risparmi nel 1992, raccoglie alcuni bronzi e legni di Cesare Tarrini (Allegoria della vendemmia, Il pescatore, Busto di fanciullo, ecc), due lavori della L. Bedarida e una testa di bimbo di Guiggi. Negli ultimi anni il corpus si è consolidato con il bronzo di Antonio Manzi in memoria di Benvenuto Benvenuti e con il ritratto marmoreo che Adolfo Wildt eseguì in memoria di Grubicy e che è stato offerto in comodato da Ettore Benvenuti di cui abbiamo già parlato. Ma soprattutto con la donazione della famiglia di Vitaliano de Angelis, dodici opere tra le quali spiccano una Cariatide lignea degli anni '90 e un bassorilievo in gesso (vedi figura sotto), del 1950, memoria dei bombardamenti subiti dalla città di Livorno.

Info

  • Autore: Vitaliano De Angelis
  • Titolo: Cariatide (1994)
  • Materiale: legno
  • Dimensioni: h. cm 180